Moto X - il primo cellulare prodotto da Motorola, sotto il comando di Google | Tecnomundo

2013-11-27  |  News

Ieri, Motorola ha mostrato il suo primo cellulare fabbricato poiché l'azienda è stata acquisita da Google e Moto X porta una serie di innovazioni che potrebbero rappresentare una seria concorrenza per Samsung.

Moto X cerca di ridurre al minimo l'uso del touch screen in favore di una serie di sensori attivi perenemente e rispondere al comando di voce, gesti e l'ambiente.

Per utilizzare il telefono cellulare, tutto ciò che l'utente deve dire è "Va bene Google ora", seguito da un comando come "Si chiama tale persona" o "Mostrami la strada per arrivare al punto" o "wake me in 3 ore".

Per evitare che la batteria è esaurita avendo sensori attivi tutto il tempo, Motorola ha incorporato due processori diminutivos che operano indipendentemente dalla Snappdragon S4. Un processore gestisce il riconoscimento vocale e l'altra controlla il resto dei censori del telefono. Entrambi i processori funzionano con bassissimi consumi, permettendo alla batteria di durare fino a 13 ore di uso continuo e fino a 24 ore in modalità passiva, senza bisogno di essere ricaricata. Questi due processori aggiuntivi sono stati progettati da Motorola e con il tempo la Moto X è l'unico cellulare che ha questa tecnologia.

Quando il telefono è a riposo, il display visualizza il tempo, o le notifiche ricevute senza costringere l'utente a toccarlo. Motorola progettare un sistema in modo che solo i pixel necessari sono illuminati, mantenendo il resto dello schermo al buio e senza consumare la batteria. Per utilizzare la fotocamera, è sufficiente prendere il telefono e ruotare il polso, eliminando la necessità di attivare la fotocamera tramite il software o pulsanti.

Moto X porta una 10 megapixel e 50 GB di spazio di archiviazione gratuito di Google Drive e archiviare le tue foto.

Google vuole assicurare la sua posizione nel mercato del cellulare, attualmente dominato da Samsung e Apple, e per raggiungerlo è scommesse con un telefono altamente personalizzato, dove l'utente può scegliere tra una dozzina di colori o con un rivestimento che imita il legno, bambù o avorio.

« Back