Perché Google ha disperatamente bisogno di un'applicazione che compete con Siri | Tecnomundo

2013-11-27  |  News

Per qualche motivo, non ha desiderato portare loro popolare programma di riconoscimento vocale, Siri ad altri dispositivi come l'iPhone 4 o una qualsiasi delle 3 generazioni di iPad Apple. Non è sicuramente un problema hardware, perché diversi hack già dimostrato che Siri funziona senza problemi in iPhone 3GS, iPhone 4, iPod Touch e due iPad.

Indipendentemente da ciò, Siri sta avendo un grande impatto sulla quantità di ricerche che i proprietari di iPhone 4S eseguono senza usare Google (Siri usi Bing e WolframAlpha tra gli altri servizi) secondo varie stime, 60% delle ricerche di Google riceve provengono da utenti che utilizzano dispositivi con iOS e il 20% dei profitti da Google venire dal traffico da dispositivi mobili.

Data la vasta popolarità di dispositivi Apple, l'azienda ha nelle sue mani la possibilità di rimuovere milioni di dollari di profitto a Google, e il gigante di Internet SA è alla mercé di Apple, che Google sta disperatamente cercando un prodotto che si sfideranno con Siri.

Non molto tempo fa Google ingaggiato Mike Cohen, co-fondatore di Nuance Comunication e lo mise a lavorare al fianco di Franz Josef Och, uno scienziato specializzato nell'uso dell'intelligenza artificiale, affinché il computer possa capire il linguaggio umano.

Si ha detto quel piano di Google per rendere la propria versione di Siri chiamato "Google assistente" alla fine di quest'anno. Secondo parecchi rapporti recenti, Google avrebbe messo un libero API disponibili agli sviluppatori Android che si possono aggiungere funzioni supplementari a quello originale Google assistente, qualcosa che vuoi espandere notevolmente le funzionalità del programma

Questa mossa da parte di Google per creare un'API per Google assistente potrebbe essere la differenza che porterebbe a molti utenti (compresi quelli con Siri sui loro telefoni) per usare Google invece l'applicazione Apple. Se Google riesce a ottenere un buon prodotto, con molte più caratteristiche di Siri, equilibrio sarebbe inclinare verso l'altro lato e mettere Apple sulla difensiva, forse forzarla a Siri di rilascio che possono eseguire su altri dispositivi.

Non c'è dubbio che nel 2012 vedremo come Apple e Google hanno combattuto una battaglia campale in campo di un sistemi di riconoscimento vocale.

« Back